Da Rubacuori a Maëlie: ecco come cambia la moda bimba

maelie pitti

Da Rubacuori a Maëlie: ecco come cambia la moda bimba

10:02 26 aprile in News

Dopo anni di cuori rubati e bimbe felici nei loro abitini, Rubacuori si rinnova, per dar vita ad un progetto nuovo e bellissimo: stiamo parlando di  Maëlie, un nuovo brand dal gusto spiccatamente luxury!

 

Non temete, sappiamo benissimo che Rubacuori ormai è entrato a far parte della vostra vita quotidiana e non ne potete più fare a meno, però pensateci bene, la sua evoluzione in  Maëlie, con la sua anima nuova e di classe, ben presto vi conquisterà. Un nuovo brand di alta qualitá che deluderá le vostre aspettative.

I look creati per  Maëlie saranno come sempre al passo coi tempi, consentendo alle bambine di avere capi sempre fashion, abbinabili tra loro e molto attuali. La prima collezione sará disponibile nei punti vendita dal prossimo autunno inverno 2016/17.

Si coniugheranno ancor di più lo stile molto casual a quello elegante e sofisticato, saranno affiancati da una moltitudine di colori e stili diversi. L’unica cosa che rimane immutata rispetto a Rubacuori è il target di riferimento, le vostre bimbe dalla piú piccola alla 14enne potranno sfoggiare un capo Maëlie.

Le linee ideate per Maëlie sono come tradizione un bel po’: Precius, Palestra, Gold, Camouflage, Rocktical e Back to School; tutte diversissime tra loro, vi conquisteranno a partire dal primo sguardo!

Il nuovo brand è stato presentato durante il Pitti Bimbo 82, contestualmente ad un progetto charity a favore del progetto “Emergenza Siria” dell’UNICEF che si occupa del diritto all’istruzione e sostiene spazi a misura di bambino, dove essi possano giocare, essere seguiti da psicologi e possano anche studiare, per ottenere quel clima “normale” che c’era prima del conflitto armato.

La manifestazione ha avuto una madrina d’eccezione: la bellissima Melissa Satta, ed accanto ad essa c’era il sig. Daddato, CEO di Manifatture Daddato che si occupa della produzione e della realizzazione delle collezioni moda; otto bambine hanno avuto il ruolo di “stiliste” per una giornata vestendo la Pigotta, la bambola icona dell’UNICEF, con i materiali usati per realizzare la prima collezione Autunno/Inverno 2016-17 di Maëlie. Il ricavato delle vendite delle Pigotte è stato devoluto interamente.

Il risultato è stato strabiliante e divertendosi, le bimbe hanno lanciato un segnale molto importante: ovvero che la moda non è solo frivolezza.